Il concorso provinciale per soggetti cinematografici "Una Storia per un Film"
del Cineclub Fedic Gruppo Cineamatori delle Apuane sbarca a Massa.
Questa undicesima edizione della manifestazione si terrà infatti al Cinema
Splendor di Massa venerdì 29 maggio con inizio ore 9.30 (ingresso libero).
Sarà presentata una selezione dei migliori cortometraggi italiani e stranieri,
premiati nei festival più prestigiosi dedicati al cinema indipendente.
Verranno proiettati i film realizzati nel corrente anno scolastico dallo
staff dei Cineamatori Apuani nelle scuole della provincia di Massa Carrara..
il cortometraggio " Un futuro da gustare" realizzato dal laboratorio
audiovisivi della scuola secondaria di primo grado Malaspina, a cura della 
Pr.Lorenza Corsetti. Gli scrittori e sceneggiatori della storia sono stati i
ragazzi del laboratorio che hanno poi partecipato alle riprese come attori,
insieme ai loro insegnanti. Il tutto è stato possibile grazie al regista
Lorenzo Caravello e all'operatore Luca Bonfigli del Cineclub " Gruppo
Cineamatori delle Apuane" e le musiche dei soci Giuseppe Capozzolo e Marco Segnan. Il cortometraggio tratto  dalla storia originale di
Maya Proll e Federici De Angeli affronta il tema dell'alimentazione e fa parte
del progetto " I ragazzi all' EXPO" dell'istituto comprensivo Malaspina-
Staffetti.
La scuola secondaria Dazzi di Carrara ha scritto e realizzato il corto               " Di nuovo amici" che affronta il tema delle dinamiche relazionali tra adolescenti bullismo ed integrazione.
"Il dono più grande" invece è una favola ideata ed interpretata dai piccoli
della scuola dell'Infanzia di Licciana Nardi.
Sarà inoltre presentato il trailer del mediometraggio                                     "IL VIAGGIO DI ULISSE  L'uomo" della scuola Primaria Ronchi T.P.
Condurrà la mattinata Laura Biggi Presidente del Cineclub e responsabile
Nazionale Fedic Scuola.

Campus Naturalmentecinema 2014 Divizzano
Campus Naturalmentecinema 2014 Divizzano

 

CAMPUS NATURALMENTECINEMA DI FEDIC SCUOLA

 

La scorsa settimana ( dal 26/07 al 2/08 ) si è tenuto a Fivizzano il Campus estivo NaturalmenteCinema ideato da Laura Biggi responsabile Nazionale Fedic Scuola (FEDIC Federazione Nazionale Cineclub), realizzato dallo staff dei Cineamatori delle Apuane, con il patrocinio dell'amministrazione comunale di Fivizzano, della Pro Loco e dell'Ente Parco Nazionale dell'Appennino Tosco.Emiliano.

 

Il progetto è nato oltre un anno fa, quando Laura Biggi membro del Consiglio Nazionale Fedic ha constatato che  tra le attività della federazione esistevano stage di formazione cinematografica per adulti, ma non per bambini e ragazzi, da qui la volontà di proporne una che in oltre 60 anni di Fedic non era mai stata realizzata.

 

I partecipanti erano bambini e ragazzi dai 7 ai 14 anni, alcuni di origine straniera, provenienti sia dalla Lunigiana che da altre località italiane, i quali hanno costituito da subito un gruppo affiatato.  Giochi motori ed attività espressive proposti durante la prima giornata hanno favorito la socializzazione, la modalità ludica ha consentito di istaurare rapporti interpersonali in un clima di familiarità da cui sono emersi spunti creativi e proposte interessanti. Già dal secondo giorno è iniziato il lavoro di realizzazione di un film, scegliendo insieme la storia, adattandola alle esigenze  dei bambini e dello staff, ed individuando personaggi ed interpreti.

 

La caratterizzazione dei personaggi, la scelta dei luoghi dove effettuare scene e riprese video, è stato un percorso di ricerca-azione anch'esso gestito dai ragazzi con lo staff dei Cineamatori Apuani.

 

 

 

Il patrocinio del comune di Fivizzano .della Pro Loco e del Parco delle Apuane  hanno fornito  gratuitamente  il trasporto e le entrate ad Equi ( geolab. grotta e piscina termale).

 

Grazie al sostegno del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano si sono  potute  effettuare un paio di escursioni guidate e inoltre usufruire delle aule attrezzate presso la sede del parco a Sassalbo.

 

 

 

Nel corso della settimana i ragazzi hanno potuto sperimentare direttamente diverse tecniche espressive di recitazione ed interpretazione grazie alle attività proposte da Margherita Caravello

 

( attrice teatrale formatasi con maestri internazionali del panorama teatrale e diplomata presso TeatroSenzaTempo Accademia di Roma, laureata in Teatro e Arti Performative presso l'Università La Sapienza).

 

Si sono inoltre avvicinati all'uso della telecamera e delle altre strumentazioni tecniche per  un primo approccio al linguaggio cinematografico.

 

Molteplici sono state le attività svolte: uso della telecamera a circuito chiuso, esperienza di doppiaggio,sperimentazione chroma-key per gli effetti speciali, uso della go-pro per riprese dinamiche e subacquee.

 

A fine settimana, alla presenza del sindaco di Fivizzano Paolo Grassi, di fronte a familiari e concittadini è stato proiettato il cortometraggio realizzato: "Una storia incredibile" ispirato al libro "L'incredibile storia di Lavinia" di Bianca Pitzorno. Inoltre sono state presentate brevi clip video delle esperienze vissute.

 

La città di Fivizzano,per una settimana, è stata animata da un cast colorato e vivace di ragazzi che hanno invaso con la loro carica vitale strade e piazze, recitando, cantando e ballando a qualsiasi ora e con ogni condizione climatica.

 

Corsisti ed organizzatori si sono dichiarati molto soddisfatti per la riuscita dell'evento, senza dubbio un'esperienza da riproporre.

 

 

 

 

 

Qualche dato numerico:

 

7 giorni di Campus

 

7 persone staff tecnico ( di cui alcune presenti a rotazione)

 

14 ragazzi iscritti

 

3 escursioni

 

80 ore di girato

 

2 videocamere + 1 go-pro

 

2  fotocamere per backstage

 

2000 fotografie scattate e consegnate ai partecipanti

 

3 pc per editing video

 

1 set chroma-key per effetti speciali

 

20 DVD  antologici dell'attività svolta consegnati ai ragazzi e alle autorità

 

Centinaia di libri donati ai ragazzi dall'associazione "Dal libro alla Solidarietà"

 

Una quantità indefinita di lavoro, divertimento ed emozione.

 

 

 

Staff Cineamatori

 

Lorenzo Caravello ( operatore video e montaggio)

 

Laura Biggi (docente linguaggio cinematografico)

 

Gabriele Gasparotti ( autore musiche x effetti speciali)

 

Giuseppe Capozzolo  ( arrangiamento musicale)

 

Alberto Cavanna (effetti speciali)

 

Corrado Armanetti (operatoe video)

 

Marino Santini (grafico x locandine)

 

Carmine Mezzacappa (divulgazione iniziativa)

 

 

 

Altri collaboratori:

 

Nadia Abate (autore animazione)

 

Marco Segnan (autore ed interprete della sigla "Ciak si impara")

 

Margherita Caravello (responsabile del laboratorio di recitazione)

 

 

Il giorno 27 maggio la sala del Cinema Garibaldi era gremita per la             X° edizione di "Una Storia per un Film", l'annuale appuntamento con il cinema fatto a scuola del Cineclub Fedic Cineamatori delle Apuane.

 

Laura Biggi, presidente dell'associazione e responsabile nazionale Fedic scuola ha aperto la mattinata accogliendo i presenti come ad una festa, ha infatti ricordato con orgoglio che nel 2014 il cineclub compie 15 anni

 

 " è un adolescente, curioso, creativo, critico e un po' ribelle..dice no alle ingiustizie e alla negazione dei diritti"

 

intanto sullo schermo scorrevano immagini di scena e backstage dei film realizzati in questi 10 anni.

 

L'assessore Giovanna Bernardini ha assistito commossa ricordando volti e situazioni di questo importante arco temporale, di cui è stata testimone.

 

Roberto Merlino presidente Fedic (Federazione Nazionale Cineclub) ha rimarcato l'importanza dell'azione continuativa svolta dal cineclub apuano sulle scuole del territorio, con tanto impegno e poche risorse.

 

Le proiezioni hanno inizio con "SNOWFLAKES", una suggestiva animazione proveniente da una scuola di cinema russa e premiato al MISF 2013 (Montecatini International Short Festival).

 

Di seguito "IL ROSPO" di Beppe Rizzo (cineclub Fedic di Alassio),poetica e suggestiva opera che unisce cinema e letteratura, accostando disegni animati e versi di G.Pascoli.

 

"L'OPERA DI LONG LONG", struggente cortometraggio cinese ha commosso grandi e piccoli ,che frettolosamente hanno asciugato le lacrime, appena svanito il buio.

 

"DOVE TI NASCONDI?" una tenera animazione di Nadia Abate di Milano, ispirata alle innocenti e fantasiose ipotesi formulate da un gruppo di bambini di scuola dell'infanzia, sul mistero della nascita.

 

Al termine del film è seguito un breve intervento dell'autrice.

 

In seguito è intervenuta Barbara Sarri responsabile editoriale della rivista "Bambino sarai tu" e del relativo format TV, presentando una breve clip in cui i bambini della scuola primaria Saffi parlano dei propri nonni.

 

Un pubblico numeroso, attento e partecipe ha assistito alla proiezione della produzione scolastica 2014 dei Cineamatori delle Apuane, che quest'anno in occasione della X° edizione hanno cercato di aumentare i film, per accontentare il maggior numero di scuole che avessero richiesto il loro intervento.

 

"L'aereoplanino dei sogni" della scuola primaria di Bagnone (ins.Cecilia Armanetti) è una storia fresca e divertente,in bilico tra sogno e realtà.

 

"ALEX COMPAGNO CAMPIONE" della scuola primaria Mazzini di Bedizzano (ins. Maura Fescina ed Enrica Gasparotti), affrontando il delicato e sentito tema della disabilità, ha toccato corde emotive molto profonde,portando tutti i presenti all'apice della commozione.

 

Per continuità tematica è stato proposto il video "Ci passo anch'io", campagna di sensibilizzazione contro le barriere architettoniche in città, curato dalla prof.Benedetti della scuola Carducci.

 

La scuola secondaria di 1°grado  Malaspina di Massa, coordinata dall'ins. Lorenza Corsetti ha presentato "Donne":un film al femminile.

 

Generazioni a confronto,ognuna con le proprie esigenze, peculiarità e difficoltà,ma unite da un intento comune:rivendicare i diritti delle donne.

 

La storia grazie ad una interpretazione brillante e spigliata e ad una spiccata vena ironica risulta estremamente piacevole.

 

Ancora donne che rischiano di diventare "prede" nel corto "Attenti al lupo"della scuola Carducci, in cui si fa riferimento al pericolo attuale della pedofilia.

 

L'ins. M. Cristina Cecchini, ancora una volta, si è cimentata nella recitazione assieme ai suoi alunni.

 

Ancora temi sociali per gli spot Avis e Telefono Azzurro.

 

"MancAVISolotu" campagna di sensibilizzazione per la donazione del sangue.

 

"NON  STIAMO ZITTI! dice M.Giovanna Guerra responsabile provinciale di Telefono Azzurro dice:

 

Sono diversi anni che partecipo a "Una storia per un film" e ogni anno, quando si accendono le luci, per il saluto finale, porto con me un bagaglio di emozioni, di sensazioni, di stati d'animo diversi. Anche stamani le proiezioni , hanno toccato temi molto cari a Telefono Azzurro che ogni giorno scende in campo per tutelare "i diritti dei bambini e degli adolescenti "..Stamani più che mai mi sono commossa vedendo "Alex campione" e non solo i miei degli occhi erano lucidi....si percepiva benissimo l'emozione di grandi e piccini, l'applauso lungo, e caloroso non ha certo affievolito, ciò che grandi e piccini avevano dentro..Confesso di essermi emozionata anche quando è partita la musica di "Non stiamo zitti", il flash mob realizzato contro "la Violenza sui minori "...Posso dire che girare il video è una cosa, ma vederlo e vederti nel grande schermo l'emozione è tutt'altra .Ringrazio nuovamente il "Gruppo Cineamatori delle Apuane, " Lorenzo Caravello, Laura Biggi e tutti gli altri, per aver "afferrato al volo una mia idea", e soprattutto per essere riusciti   a realizzarla in tempi record: ad appena 5 giorni dalle riprese oggi la proiezione ...Un grazie veramente di cuore ad Arianna Tavarini, che ha curato le coreografie e alle splendide maestre Veffa e Laura sempre disponibili a collaborare con me per Telefono Azzurro. Concludo con  un grazie ai genitori dei bambini della Saffi  che hanno permesso la realizzazione dello stesso...E un bacio grande a loro, i bambini i protagonisti di questo video, che anche stamani hanno urlato a gran voce "....BASTA VIOLENZA SUI BAMBINI, NON STIAMO ZITTI!" ....

 

A conclusione della mattinata, alunni ed insegnanti sono stati premiati,posando orgogliosi ed emozionati per le foto di rito.

 

Un doveroso grazie ai fotografi ufficiali dell'evento Umberto Casoli e Nicola Semerano, e allo staff di accoglienza Giulio e Nadia che si è occupato degli ospiti provenienti da fuori città.

 

Brochure da stampare con tasto destro e cliccare stampa
Brochure da stampare con tasto destro e cliccare stampa
Gruppo Cineamatori delle Apuane
Gruppo Cineamatori delle Apuane

IL giorno 8 giugno, presso la sala riunioni dell'albergo "La castellana" di Caniparola si è tenuto il convegno Nazionale organizzato da Fedic Scuola sul tema: "Valore comunicativo, emotivo e sociale della drammatizzazione" (valenza pedagogica e terapeutica di teatro, cinema ed arti espressive).

Il programma della giornata è stato denso non solo di interventi diversificati e significativi,ma anche e soprattutto di emozioni vere ed intense che ognuno dei partecipanti dichiara di aver provato.

L'apertura dei lavori, dopo il saluto dell'amministrazione comunale e del Presidente Fedic Roberto Merlino, è stata affidata alla musicista e cantante Franca Baronio che ha prima eseguito, poi interpretato un'aria di Giuseppe Verdi, sottolineando la differenza comunicativa, (nel senso di trasmissione di emozioni,) tra una semplice e corretta esecuzione ed un interpretazione sentita dello stesso brano musicale.

Di seguito la commovente ed intensa performance di Ability Dance proposta da Marcella Gambino che ha danzato con una delle sue allieve disabili, decisamente sorprendente ed inaspettata la reazione emotiva di tutti i presenti.

Il dott.Agostini Francesco, psicoterapeuta, ha espresso le proprie considerazioni al termine delle precedenti esibizioni.

Rimanendo in tema di diverse abilità, di notevole spessore anche l'intervento di Fulvio De Nigris ideatore e fondatore della "Casa dei risvegli Luca De Nigris" di Bologna, che si occupa di assistenza ai soggetti in situazione di coma, fornendo supporto anche alle loro famiglie.

Sono state proiettate brevi clip video tratte dal film "L'alba di Luca" ispirata ad un fatto realmente accaduto e prodotto in collaborazione con Rai film production.

Lo staff di "Gli amici di Luca" che ha come testimonial l'attore Alessandro Bergonzoni, ha costituito già da anni un laboratorio teatrale per soggetti post coma, il teatro assume un valore terapeutico.

Alessandra Cortesi operatrice teatrale ha illustrato dettagliatamente le attività del centro e gli obiettivi che si prefiggono di raggiungere.

Gisella Grassi giovani attrice ( post coma) ha parlato della propria esperienza personale sottolineando l'importanza di ricostruire pezzo per pezzo la propria quotidianità senza dare nulla per scontato, come avviene invece nella vita delle persone " normali".

Luigi Ferrarini, altro attore della compagnia, ha parlato dell'esperienza della tournee teatrale che lo ha portato in giro per l'Italia nei panni di Pinocchio, definendola con ironia "una passeggiata". Ha presentato inoltre un libro autobiografico "La gioia di ri-vivere"in cui narra la propria storia dall'incidente alla lenta ma costante fase di recupero, fino a definirsi oggi un ragazzo felice.

Riccardo Andolcetti psicologo e coordinatore del centro di socializzazione

"C'entro anch'io" di Carrara ha parlato dell'esperienza in corso con i cineamatori apuani che hanno avvicinato i disabili adulti alla telecamera, il video svolge la funzione psicologica dello specchio, per il riconoscimento del sè.

Ospite d'onore l'attore siciliano Francesco Benigno, che esordì al cinema negli anni ottanta con pellicole quali "Mery per sempre" e "Ragazzi fuori",negli ultimi anni ha girato film come "Palermo Milano solo andata", tanto per ricordarne qualcuno.

Al convegno ha presentato un cortometraggio da lui scritto e diretto dal titolo "Benigno", nel quale racconta la sua infanzia difficile.

Dice Benigno rivolgendosi al pubblico:"Questo film sarà come un pugno nello stomaco,lo so,racconta una storia da melodramma che però è vera.

A dispetto del mio nome "Benigno",il destino non aveva riservato nulla di buono per me, almeno nei primi anni della mia vita, ma ora sono qui per dare un messaggio di speranza a tutti,perchè nonostante le difficoltà e le sofferenze ora sono un uomo, un padre e faccio l'attore".

Il cortometraggio, che è stato vincitore al Giffoni Festival nel 2008,diventerà un film vero e proprio, le cui riprese inizieranno a settembre a Palermo, città d'origine di Francesco Benigno.

Dopo la visione del film sono intervenuti gli psicologi Pierluigi Avolio e Antonio De Angeli.

Avolio ha commentato la situazione di un'infanzia difficile presentata dal film, sintetizzandone il significato in una frase che molti maschietti si saranno sentiti ripetere più volte dagli adulti: "Non piangere, gli ometti non piangono..." ha aggiunto Avolio "è vero gli ometti non piangono, ma gli uomini si".

De Angeli ha parlato della relazione d'aiuto e di come il cinema possa dare strumenti per la richiesta d'aiuto,ne è un chiaro esempio il breve film

prodotto dai Cineamatori delle Apuane "Dove ti porta la vita?"ideato e scritto da Davide Ribolini, un alunno della scuola Carducci, che denuncia una situazione di bullismo tra ragazzini.

Fabrizio Cattani noto regista,originario di Carrara, è intervenuto parlando del suo ultimo film "Maternity Blues"( di cui ha proposto in visione splendide e suggestive clip video). Nonostante il tema delicatissimo dell'infanticidio da parte di alcune madri, la pellicola cattura il pubblico e lo induce a riflettere. Cattani non è nuovo a temi profondi, ben lontani dalla leggerezza delle commedie, ricordiamo il film d'esordio "Quelle piccole cose", in cui si parlava di normalità e follia, presentando vite diverse a confronto.

Il pranzo è stato servito a buffet sulla splendida terrazza dell'albergo, i presenti hanno continuato l'approfondimento delle tematiche proposte in un contesto piacevole e conviviale.

Nel pomeriggio si sono tenuti gli ultimi due interventi, non meno intensi e coinvolgenti dei precedenti: quello del Prof.Giacomo Verde docente di arti multimediali presso l'Accademia di Belle Arti di Carrara che ha presentato un documento video dal titolo"Sintomi" realizzato con persone con patologie psichiatriche che interagivano tra loro, con altri attori e con la telecamera come se fosse un altro interlocutore.

Ha concluso la giornata Cosma Ognissanti Direttore artistico del festival

"Raccorti sociali" Piccoli film per grandi idee (in collaborazione con il Cesvot). Sono stati proposti alla platea alcuni brevissimi film (meno di 5 minuti) vincitori delle ultime edizioni. La particolarità di questi film, oltre alla brevità, è il parlare per immagini, riducendo il più possibile il dialogo,per consentire comprensione e diffusione immediata.

Le tematiche sono sempre a sfondo sociale: disabilità, detenzione, legalità,tutela dell'infanzia. Nell'edizione 2012 per la sezione scolastica è stato premiato lo spot realizzato dai Cineamatori Apuani con la scuola Saffi per Telefono Azzurro.

Al termine della giornata tutti i partecipanti si sono dichiarati più che soddisfatti dell'esperienza vissuta, anche perchè chiunque ha potuto intervenire apportando il proprio contributo professionale, personale ed emotivo. Il clima è stato molto famigliare,nonostante molti dei presenti si fossero appena conosciuti, la condivisione d'intenti e la semplicità espressiva hanno infatti favorito un buon scambio comunicativo.

Tutti i membri del Consiglio Nazionale Fedic, nonchè il presidente Roberto Merlino e il presidente onorario Massimo Maisetti si sono complimentati con Laura Biggi Responsabile Nazionale Fedic Scuola e con lo staff dei Cineamatori Apuani per aver organizzato un evento tanto articolato e denso di significati con relatori ed ospiti provenienti da tutta Italia.

 

convegno 8 giugno 2013
convegno 8 giugno 2013
Ingresso libero
Ingresso libero

INFO: caravellolorenzo@libero.it cell. 338.3018686

Giuseppe Capozzolo sound design
Giuseppe Capozzolo sound design

Premiazione Una storia per un film 2013

E' intervenuta l'assessore Giovanna Bernardini
E' intervenuta l'assessore Giovanna Bernardini
pubblico una storia per un film 2013
pubblico una storia per un film 2013

Il giorno 27 maggio presso la sala del Cinema Garibaldi di Carrara si è tenuta la giornata conclusiva della IX edizione di "Una Storia per un Film".

In apertura è intervenuto Roberto Merlino Presidente Fedic (Federazione Italiana Cineclub) che ha ribadito l'importanza di eventi formativi volti a favorire percorsi di attività cinematografica che contribuiscono ad accrescere capacità di ragionamento e creatività nell'ottica di uno sviluppo armonico della persona.

Antonella Bindi socia del Cineclub pisano Corte Tripoli Cinematografica ha illustrato brevemente la sua esperienza di coordinatrice di laboratori multimediali presso le scuole medie del comune di Capannoli, presentando una breve clip tratta da un video realizzato per il comune sul tema del giorno della memoria.

Alla presenza di una platea attenta e partecipe di alunni, docenti e famigliari si sono svolte le proiezioni dei cortometraggi realizzati nel 2013 dai Cineamatori Apuani.

Il primo film atteso ed applaudito è stato "IL TESORO NASCOSTO" della scuola secondaria di 1° grado Dazzi , di cui era stato presentato nella scorsa edizione soltanto il trailer.

La storia narra le vicende di un gruppo di ragazzini che si spingono alla ricerca di un fantomatico tesoro che pare sia celato nella lussuosa villa, di proprietà di un noto personaggio   facoltoso ed avido, passato ormai a miglior vita.

Le scene dinamiche e le battute fresche e spiritose degli interpreti rendono la visione estremamente piacevole.

Un'altra piacevole sorpresa per il pubblico è stata la visione del corto "LA SCUOLA DEI MOSTRI" realizzato nel corrente anno scolastico con i bambini e le insegnanti della scuola dell'infanzia di Licciana Nardi. I piccoli interpreti hanno dato voce alle tipiche paure infantili colorandole di magia e giocando con gli effetti speciali.

La scuola primaria Saffi ha presentato il film "IL MISTERO DELLA 3B" realizzato dalle due classi terze ed ispirato ad un testo letto in classe, di cui è stata prima scritta la sceneggiatura, poi individuati ruoli e scelte le location per le riprese. Sono stato coinvolti attivamente 33alunni, nonchè famigliari e docenti che si sono cimentati nella recitazione.La storia prende spunto da una misteriosa sparizione.... o presunto furto avvenuto in classe .Da qui si snoda una serrata indagine che porterà i protagonisti a rivestire ruoli per loro inusuali, calandosi nei panni dell'altro, scoprendo nuovi valori ed inaspettate amicizie.

Il film segue un buon svolgimento narrativo con ritmo coinvolgente che mantiene viva l'attenzione dello spettatore, apprezzabili le capacità espressive degli interpreti.

Non poteva mancare il momento della commozione suscitata da due brevi ma intensi video che hanno toccato le corde più profonde dell'anima: "PIOGGIA d' INVERNO" e "DOVE TI PORTA LA VITA?".

La prima è una videopoesia realizzata con la classe 2D della scuola Dazzi, l'insegnante Casalini ha invitato i ragazzi a produrre delle semplici liriche ispirate alle tematiche pascoliane;tra quelle pervenute, è stata selezionata "Pioggia d'inverno" di Teresa Grassi, da lei stessa recitata ed interpretata.

La trasposizione scenica, cioè il passaggio dal testo al video ha coinvolto l'intera classe che sotto la guida dell'insegnante e dello staff dei Cineamatori ha individuato immagini e suoni significativi per la realizzazione dell'opera.

L'altro "DOVE TI PORTA LA VITA?" è una chiara richiesta d'aiuto di un adolescente che si trova ad affrontare quotidianamente attacchi e vessazioni da parte dei compagni.

L'autore Davide Ribolini della classe 1F scuola Carducci ha ideato, scritto ed interpretato il ruolo del ragazzino vittima dei bulli che grazie al proprio coraggio e all'amore rassicurante della famiglia riesce a superare le difficili prove della vita e a diventare a sua volta un padre sereno che guardando al passato ,, ormai sorride.

Un chiaro e coraggioso atto d'accusa verso gli atti di bullismo di cui tutti gli adulti genitori ed insegnanti si devono accorgere tempestivamente per evitare gravi ripercussioni sul benessere psicofisico degli adolescenti. Coordinatrice del percorso scolastico l'insegnante Maria Cristina Cecchini che ancora una volta ha recitato assieme ai suoi alunni.

L'assessore Giovanna Bernardini, rimarcando il valore di iniziative scolastiche di questo tipo e visibilmente commossa, al termine delle proiezioni più toccanti ,si è complimentata con autori ed interpreti in particolare con Davide Ribolini ed ha consegnato i premi alle varie scuole.

Laura Biggi presidente dei Cineamatori Apuani e Responsabile Nazionale di Fedic Scuola si è dichiarata soddisfatta della mattinata ed ha ringraziato tutti i presenti, ricordando che per la buona riuscita di un evento è necessario un buon lavoro di squadra,per questo ha menzionato i tecnici dello staff:

Lorenzo Caravello riprese e montaggio

Giuseppe Capozzolo musicista,

Marino Santini grafico

Michele Baldassari operatore backstage

Luca Bonfigli tecnico di proiezione

Vanda Pezzoli assistente alla produzione

Umberto Casoli fotografo

 

UNA STORIA PER UN FILM IX EDIZIONE, UNA OCCASIONE DA NON PERDERE PER RELIZZARE UN CORTO O UNO SPOT  O UN PROGETTO VIDEO INTERESSANTE, GRATUITAMENTE E... RIVEDERLO AL CINEMA ....CHIAMATECI O INVIATE SUBITO UNA E MAIL....

Laura Biggi Presidente del Gruppo Cineamatori delle Apuane
Laura Biggi Presidente del Gruppo Cineamatori delle Apuane

Una storia per un film 2012 VIII edizione

Si è tenuta, nella mattinata di venerdì 25 maggio, la consueta manifestazione “Una Storia per un Film” organizzata dal gruppo Cineamatori delle Apuane.

La Nuova Sala Garibaldi, anche quest’anno ha registrato il tutto esaurito, bambini, ragazzi, docenti, familiari hanno partecipato con entusiasmo alla manifestazione condotta da Laura Biggi.

In apertura è intervenuta Maria Teresa Caburosso Responsabile Nazionale di Fedic Scuola, portando anche i saluti e gli apprezzamenti di Massimo Maisetti Presidente Fedic, impossibilitato a presenziare personalmente.

Sono state proiettate una selezione tra le migliori animazioni scolastiche italiane,dedicate ai più piccoli,ed una clip video dell’intervento della psicoterapeuta Maria Rita Parsi incentrato sull’educazione all’immagine dei minori, nel rispetto della visione “Bambinocentrica” apprezzatissimo dal pubblico di adulti presenti in sala.

Particolare successo ha riscosso la visione di “Pizzangrillo” di Marco Gianfreda di Roma,cortometraggio vincitore del Festival Valdarno Fedic 2012 , una storia poetica che presenta il rapporto tra un bambino e il proprio nonno, in un confronto delle rispettive visioni del mondo e della vita.

 

E’intervenuto il sindaco di Carrara Angelo Zubbani, che per la prima volta ha potuto constatare di persona, la validità socio-educativa della suddetta iniziativa, e il clima di partecipazione attiva e festosa delle scolaresche cittadine.

 

Sono stati proiettati i seguenti video realizzati nel 2012 dai Cineamatori Apuani:

“Una biblioteca da salvare”delle classi V dell’istituto Figlie di Gesù.

Una vicenda semplice e verosimile, in cui bambini e genitori si trovano impegnati, in diversi fronti, a difendere il proprio diritto di avere uno spazio culturale adeguato,ma quando pare che ogni speranza sia persa, ecco a sorpresa la risoluzione del problema.

Anche qui si ritrova un bambino particolare ed un rapporto tenero ed intenso con il nonno.

Interpretazione eccellente di Fondi, nel ruolo di sindaco, e di Gemignani nella parte del nonno.

 

“Alice e gli altri” della 3°F Scuola Carducci Tenerani.

Il film presenta le difficoltà di relazione degli adolescenti,spesso proiettati verso l’affermazione ed il successo personale, in bilico tra aspettative e regole familiari e scolastiche.

Attraverso la musica, ma soprattutto grazie ad un obiettivo comune, Alice,la protagonista troverà sé stessa ed un sereno rapporto con gli altri.

Spontanea e credibile la recitazione di tutti, in particolare di Beatrice Cuomo nel ruolo di Alice e della Prof. Maria Cristina Cecchini in quello della madre.

 

“Il tesoro nascosto” di Elia Merli   I°B   Scuola Dazzi

Per il momento, nonostante siano state terminate le riprese, è stato presentato solo il trailer del corto,che vede un gruppo di ragazzini,ognuno caratterizzato da un soprannome,che ne richiama una caratteristica particolare, impegnati nella ricerca di un tesoro segreto.

Il trailer è stato musicato dal giovane musicista Marco Segnan.

 

“La partita più difficile” di Francesco Ricci classe IV scuola Mazzini di Bedizzano

Breve ed intenso spot che tratta il tema della dislessia visto dagli occhi di un bambino.

 

“Spot Telefono Azzurro” della II B Scuola Saffi

I bambini e le bambine hanno prestato la voce, il volto e le mani per esprimere la gioia di chi ha una famiglia serena e la tristezza di chi non ce l’ha.

 

Al termine della suddetta proiezione Maria Giovanna Guerra responsabile provinciale di Telefono Azzurro è intervenuta visibilmente commossa, ringraziando per questo omaggio realizzato per i 25 anni di attività dell’associazione che tutela bambini ed adolescenti.

Assieme a lei un agente di polizia penitenziaria, con cui Giovanna ha condiviso la recente spedizione umanitaria in Kossovo, di cui hanno relazionato di fronte ad un pubblico attento.

Breve intervento anche di Rosanna Viaggi presidente dell’associazione ACCA che si occupa di prevenzione e formazione nell’ambito dei D.C.A Disturbi Comportamento Alimentare.

Fuori concorso è stato proiettato un video di “Laboratorio di cinema” realizzato da Lorenzo Caravello a Bagnone in collaborazione con l’insegnante Armanetti Cecilia.

L’insegnante, attorniata dai suoi piccoli studenti (Scuola dell’infanzia e classe I°) ha posato con il delfino d’oro vinto la settimana scorsa al Firenze Festival con il film “Un problema da risolvere presto” (prodotto nell’edizione 2011 sempre dai Cinematori Apuani) e già premiato nello scorso febbraio a Milano al concorso Scuola Video Multimedia Italia.

 

A conclusione, come sempre, i cineamatori hanno proposto la loro sigla, “Emozioni per un film” momento sempre commovente perché in pochi minuti, tornano sullo schermo volti, immagini, scene da back stage di tutti i partecipanti.

 

Lo staff tecnico dei cineamatori: Laura Biggi Presidente e direttore artistico, Giuseppe Capozzolo autore delle colonne sonore e sound designer, Lorenzo Caravello riprese e montaggio, Marino Santini grafico e addetto alle proiezioni, Luca Bonfigli assistenza tecnica Sony.

 

  

Intervista a Maria Rita Parsi

Intervista a Lucia Bani

Intervista a Carlo Verdone